Melone Mantovano IGP

Prodotto agricolo tipico della Lombardia, il Melone Mantovano ha avuto il riconoscimento come Indicazione geografica protetta (Igp) nel 2011, dopo un lungo percorso iniziato nel 2007, con la presentazione da parte del Consorzio del Melone Mantovano della richiesta dell’Indicazione Geografica Protetta.
Ha peso medio di 1-1,5 kg, fibroso e succoso dal sapore dolce e profumo intenso; la buccia di colore giallo paglierino può essere retata o liscia. La polpa è di colore giallo-arancio fino al salmone.
Come si legge nel disciplinare oltre al sapore e alla consistenza, importante è l’aroma caratteristico: “odore di fungo e di polpa di anguria, aroma di tiglio e zucchino”.

Tipologia liscia
Forma: tonda.
Buccia: colore crema-paglierino.
Polpa: consistente e succosa.
Colore della polpa: Arancio.
Maturazione del frutto: Naturale.
Impollinazione: Apis mellifera, Bombus Terrestris.
Zuccheri: ≥ 13° Brix.
Conservabilità: 5-6 giorni.
Cavità placentare: piccola.

Tipologia retata
Forma: ovale o tonda
Buccia: colore crema-paglierino o verde con o senza costolatura
Polpa: consistente e succosa.
Colore della polpa: Arancio salmone
Maturazione del frutto: Naturale.
Impollinazione: Apis mellifera, Bombus Terrestris.
Zuccheri: ≥ 13° Brix.
Conservabilità: 7-8 giorni (15-20 LSL)
Cavità placentare: piccola.

Zone di Produzione del Melone Mantovano IGP
La zona di produzione del Melone Mantovano IGP si estende per circa 89.000 ettari tra le Province di Mantova e Cremona. Interessa il territorio ricadente nelle Province di Mantova, Cremona, Modena, Bologna e Ferrara.
Nella provincia di Mantova la zona di produzione comprende i Comuni di Borgoforte, Carbonara di Po, Castellucchio, Cavriana, Ceresara, Commessaggio, Dosolo, Felonica, Gazoldo degli Ippoliti, Gazzuolo, Goito, Magnacavallo, Marcaria, Mariana Mantovana, Piubega, Poggio Rusco, Pomponesco, Quistello, Redondesco, Rivarolo Mantovano, Rodigo, Sabbioneta, San Benedetto Po, San Martino dall’Argine, Sermide e Viadana.
Nella provincia di Cremona la zona di produzione comprende i comuni di Casalmaggiore, Casteldidone, Gussola, Martignana di Po, Rivarolo del Re ed Uniti, San Giovanni in Croce, Solarolo Rainerio e Spineda.
Nella provincia di Modena la zona di produzione comprende i comuni di Mirandola, Concordia sulla Secchia e San Felice sul Panaro.
Nella provincia di Bologna la zona di produzione comprende i comuni di Galliera, Crevalcore e San Giovanni in Persiceto.
Nella provincia di Ferrara la zona di produzione comprende i comuni di Cento, Bondeno e Sant’Agostino.

Ancora nessun commento.

Lascia una risposta


*