il Mesolitico (10.000-5.000 AC)

Il finire dell’ultima glaciazione vede l’estinzione dei grandi mammiferi e la loro sostituzione con cervidi, ovini (mufloni) e mammiferi di taglia ancor più piccola (lepri, conigli).
Quasi dappertutto in Lombardia si trovano tracce (microliti) di presenza umana, fino alle zone montuose, oltre i 2.000 metri.
L’uomo è ancora lungo i pascoli montani.
Degno di segnalazione e e meritevole di visita anche solo per gli aspetti panoramici e storici ( sul vicino Pizzo San Matteo a 3678 m slm alla fine della prima guerra mondiale si è svolta la più alta battaglia in quota della storia e i caduti sono ancora sepolti nei ghiacci) è il Passo Gavia (2652m slm) dove è stato trovato un bivacco mesolitico datato tra l’8000 e il 6000 a.C.

Il passo, con due rifugi locali (Berni e Bonetta) è facilmente raggiungibile da Bormio, S. Caterina di Valfurva o da Ponte di Legno, ameni luoghi di villeggiatura dotati di molte strutture ricettive.

Ancora nessun commento.

Lascia una risposta


*