Il casoncello bresciano

L’eccellenza di Barbariga

Casoncelli Bresciani
Il Casoncello è una tipica pasta ripiena, nata nelle zone di Brescia e limitrofi.
Possiamo far risalire le sue origini intorno al 1500, quando il Casoncello compariva per la prima volta nei manuali di ricette dell’epoca.
Il termine “casoncello” deriva probabilmente da due diverse etimologie:
caseus ovvero cacio, formaggio, per la presenza fondamentale di questo ingrediente nella farcia.
calzoncini per la forma a ferro di cavallo, termine che si ritrova soprattutto nelle versioni più vecchie della ricetta.

Oggi esistono diverse varianti per quanto riguarda il ripieno, i Casoncelli infatti possono essere di magro, alla carne, con ricotta e spinaci, con la zucca, fino ad arrivare alle ricette odierne che ogni ristoratore della zona cerca di impreziosire con sempre nuovi ingredienti della tradizione, sposandosi perfettamente con questo tipo di pasta. In tutta la provincia di Brescia infatti si possono trovare sagre e feste popolari dedicate al Casoncello, piatto che viene usato da secoli per celebrare sia le feste religiose che quelle laiche.

Tra tutte queste sagre la più importante e rappresentativa è sicuramente quella che si tiene a Barbariga, nel cuore della pianura Bresciana, intitolata appunto “Fiera del Casoncello De.Co” (Denominazione Comunale). La De.C.O. del casoncello è stata istituita dal Comune di Barbariga, mediante l’approvazione di un apposito disciplinare di produzione, per tutelare questo prodotto tipico locale.
Questa Fiera è stata istituita nel 2004 e si svolge l’ultima settimana di Settembre ed oltre a promuovere il Casoncello offre a tutti gli avventori di conoscere altri prodotti tipici della zona, presentati e offerti direttamente dai produttori locali. I coltivatori e produttori locali hanno infatti la possibilità di esporre i loro prodotti, principalmente di carattere eno-gastronomico, che rivalutino la tradizione genuina e la provenienza del territorio.

Di seguito potete trovare la ricetta tradizionale del Casoncello Bresciano.

Ingredienti: 500g di farina bianca, 4 uova, olio, sale, 1kg di patate, 300 g di spinaci, 1 etto di pane grattugiato, 150 g di carne trita di manzo, 1 uovo, burro, 50 g di amaretti, 2 o 3 noci, prezzemolo, aglio, spezie.
Procedimento:
Dopo aver preparato la pasta , aggiungete un pò di olio e lasciate riposare per mezz’ora.
Lessate le patate e gli spinaci, poi aggiungete olio e burro quando sono pronti e tritateli con il tritaverdure. Rosolate in poco burro e olio la carne macinata e poi aggiungete il composto tritato di verdure.
Togliete dal fuoco la padella e aggiungete gli amaretti e le noci ben tritate, il prezzemolo e l’aglio anch’essi tritati e amalgamate il tutto con l’uovo e la quantitaà necessaria di pane grattugiato per asciugare l’impasto.
Stendete ora la pasta sottile, tagliatela a quadrati e sistemateci al centro le palline di ripieno preparato in precedenza.
Ora potete cuocerli in acqua bollente salata e appena scolati si condiscono con burro fuso e salvia. Buon appetito!!

Ancora nessun commento.

Lascia una risposta


*