Riso alla pilota

Piatto antico, della tradizione delle cucine da campo, inventato dai piloti, operai della pilatura del riso. Poiche’ il lavoro nelle “pile” si svolgeva in modo continuato, per i lavoratori non c’era molto tempo da dedicare alla preparazione del pranzo e questa tecnica permetteva di cuocere il riso senza che fosse necessario seguirne la cottura. Gli ingredienti per questo riso alla pilota sono caratteristici del territorio Lombardo, e in particolare del mantovano.
Riso alla pilota

Ingredienti per 4 persone

  • 335 grammi di riso Carnaroli
  • 170 grammi di salamelle
  • 100 g di burro
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • Sale q.b.
  • Grana padano grattugiato

In abbinamento a questo piatto il nostro somellier vi consiglia un vino bianco dei Colli morenici Mantovani del Garda.

Come cucinare il riso alla pilota

  • In una casseruola versare circa un litro d’acqua,e salarla appena; quando bolle versare il riso, formando una piccola montagnetta al centro della casseruola, che deve appena affiorare dall’acqua, altrimenti rimuovere l’acqua in eccesso con un mestolo.
  • Appena l’acqua avrà ripreso il bollore, scuotere leggermente la casseruola per far depositaere uniformemente il riso sul fondo della pantola e lasciare quindi cuocere per 10 minuti senza coperchio.
  • Trascorsi i 10 minuti togliere la casseruola dal fuoco, mettervi il coperchio e avvolgerla in un panno per altri 20 minuti: il tempo che il riso termini naturalmente la cottura.
  • Intanto, a parte, prendere le salamelle epelarle, quindi spezzettatele con l’aiuto di una forchetta, poi soffriggerle nel burro, riducendole a pezzettini sempre più piccoli.
  • Unire le salamelle al riso, aggiungere due cucchiai colmi di formaggio grana grattugiato e mescolare ammalgamendo bene il tutto.

I prodotti per realizzare un ottimo riso alla pilota:

Condividi
Ancora nessun commento.

Lascia una risposta


*